Il Suzuku Burgman, uno dei maxi scooter più venduti in Italia, passa attraverso le mani della GPDesign, giovane e dinamica azienda di Torino, per essere trasformato nel Burgman T.

Il progetto ha l'obiettivo di proporre una nuova interpretazione del concetto di design, comfort e sportività su due ruote sfruttando la base del maxiscooter Suzuki da 650 cm3.

Grazie alla collaborazione dell'azienda di Luca Pozzato con aziende specializzate in vari settori che spaziano dai pellami, verniciatura, wrapping, modellazione, progettazione di particolari after-market, questa versione speciale del Burgman va oltre nel concetto di viaggio e diventa una sintesi tra la moto e lo scooter.

Con le nuove borse laterali in alluminio Givi, l'utilizzatore può trasportare molti più bagagli, ma allo stesso tempo apprezza una guida più sportiva, grazie alla diversa impostazione di guida più raccolta e alle diverse sospensioni progressive e regolabili di produzione Matris.

Numerose altre modifiche completano il Burgman T e cioè il manubrio da moto con paramani e specchi antiriflesso sul manubrio tutto firmato Rizoma; la sella in gel con materiale antiscivolo centrale mentre per la zona laterale è stato utilizzato un nabuk con doppio trattamento: quello H20 lo rende idrorepellente mentre quello Thermo Leather riduce del 60% il surriscaldamento per un comfort maggiore, mantenendo la pelle ad una temperatura sempre gradevole.

Inoltre, il Burgman T by GPDesign è dotato di fari allo xenon; frecce e faro posteriore a led e scarico completo con terminale in titanio.

La cura e la ricerca del dettaglio si dimostrano nelle finiture e la verniciatura effettuata sul mezzo con un utilizzo del nero in diverse finiture, dall'opaco al semi-lucido al texturizzato, che determina un effetto finale elegante e gradevole all'occhio.

Da Infomotori.it

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.