I prossimi impianti di condizionamento dell’aria dei veicoli della casa di Wolfsburg adotteranno anidride carbonica come refrigerante al posto dei tradizionali materiali

Nuovo passo del gruppo Volkswagen a favore dell’ambiente. Dalle parole ai fatti, la casa automobilistica dopo l’annuncio dei suoi programmi per quanto riguarda la riduzione delle emissioni nocive e in procinto di attuare un rilevante intervento a sostegno della sostenibilità e della protezione dell’ambiente.

I prossimi impianti di condizionamento dell’aria dei veicoli della casa di Wolfsburg adotteranno infatti anidride carbonica come refrigerante al posto dei tradizionali materiali. Questo è un primo passo verso una strategia molto più ampia che il brand tedesco ha deciso di adottare: “Soltanto pochi giorni fa, al salone di Ginevra, il gruppo Volkswagen ha ribadito di voler diventare, entro il 2018, il costruttore più ecosostenibile e attento alle tematiche ambientali. Per questo, i due terzi dell’investimento complessivo previsto per i prossimi anni, saranno destinati allo sviluppo di tecnologie, di sistemi di trazione e di mezzi sempre più efficienti, oltre che al sostegno di processi produttivi all’insegna della massima ecocompatibilità.

La scelta della tecnologia che sfrutta la CO2 nei condizionatori d’aria, che sarà estesa a tutti i veicoli della propria gamma, dà ulteriore impulso alla politica di protezione dell’ambiente del Gruppo Volkswagen”. All’atto pratico l’utilizzo di CO2 (o R744), come refrigerante, garantisce un effetto serra minore rispetto ai refrigeranti tradizionali e risulta ideale nell’impiego nei sistemi di condizionamento delle auto. Inoltre, con un valore di Global Warming Potential pari a 1, risulta del 99,3 % al di sotto del limite Gwp indicato dalla UE che è fissato a 150.

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.