Il suo debutto era atteso da mesi e, a partire da domani, lo stand Volkswagen del Salone di Francoforte avrà come 'etoile' la nuova Tiguan, il primo SUV a essere costruito sulla piattaforma modulare MQB, lo stesso della Passat (Auto dell'anno 2015), a cui la Tiguan si ispira chiaramente per lo stile. Il taglio del frontale, del cofano e delle fiancate, infatti, fa parte del nuovo corso stilistico di Wolfsburg inaugurato proprio con la Passat. Questa seconda generazione, in ogni caso, è più lunga, più larga e più bassa della precedente, arrivando a sfiorare i quattro metri e mezzo, che significano anche maggiore capacità di carico: quella minima ora è di 615 litri. Ciononostante il peso è sceso di 50 kg, un dimagrimento di cui beneficiano anche i consumi, scesi in media del 24%. Per vederlo su strada bisognerà attendere il prossime aprile, quando arriverà con una gamma declinata sulle varianti on-road e off-road; in più, sarà subito disponibile anche la variante sportiveggiante R-Line.

Ma non è tutto, perché Volkswagen ha già presentato anche la versione ibrida plug-in capace di consumare solo 1,9 L/100 km, denominata GTE proprio come la Passat e la Golf. Per ora si tratta di una concept, con soluzioni avveniristiche come i pannelli solari sul tetto, ma si intuisce facilmente che avrà un seguito produttivo. Intanto, le motorizzazioni normali sono già pronte, quattro diesel e quattro benzina da combinare secondo i mercati di destinazione. Ci sono i TSI da 1.4, 1.8 e 2.0 litri (potenze di 125, 150, 180 e 220 CV) e i TDI da 1.6 e 2 litri (115, 150, 190 e 240 CV), mentre la trazione integrale è la super-collaudata 4Motion con giunto a lamelle Haldex di quinta generazione e il bloccaggio elettronico dei differenziali Active Control; a questo proposito, è prevista anche una manopola per selezionare le modalità di trazione tra Onroad, Snow, Offroad e Offroad Individual. Molto interessante è anche la capacità di traino, che raggiunge i 2.500 chili.

Infine, la dotazione tecnologica è la più avanzata attualmente disponibile in Casa Volkswagen. Il radar anteriore supporta la frenata autonoma d'emergenza, il riconoscimento dei pedoni e il mantenimento di corsia. Il sistema di infotainment, infine, supporta la connettività pressoché totale sia con gli smartphone Android che Apple.

Da AnsaMotori.it

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.