La nuova Opel Astra debutterà al Salone di Francoforte e tra le sue caratteristiche di spicco c'è la ricca dotazione di dispositivi tecnologici. Il più interessante è certamente la telecamera anteriore Opel Eye di ultima generazione, dotata di una potenza di elaborazione delle immagini superiore e di un livello di rilevamento migliore anche da fonti diverse. Così il riconoscimento dei cartelli stradali (Traffic Sign Assist) risulta ancora più preciso ed è in grado di mostrare sullo schermo con simboli grafici i cartelli rotondi, quelli rettangolari (come quelli autostradali), quelli relativi ai limiti di velocità e anche quelli dinamici. Inoltre, l'associazione al sistema Navi 900 Intellilink, consente di confrontare costantemente i dati della telecamera con quelli del navigatore per verificarne la correttezza. Il Following Distance Indication, si può attivare sullo schermo centrale e rileva i veicoli che si trovano di fronte alla propria vettura calcandone la distanza; il valore viene mostrato in secondi e un'auto verde stilizzata rappresenta il veicolo che precede. Se la distanza è insufficiente, si attiva automaticamente la funzione Headway Alert e il profilo diventa giallo.

L'Opel Eye supporta anche l'allerta in caso di superamento involontario dei limiti di carreggiata (Lane Departure Warning) e aiuta a mantenere la corsia di marcia (Lane Keep Assist). Il sistema funziona da 60 a 180 km/h ma non agisce continuamente sullo sterzo del veicolo. Se la coppia sterzante non è sufficiente a tenere l'auto in corsia, l'icona gialla lampeggia e attiva tre allarmi acustici a cui si aggiunge un segnale tattile sul volante. Poi c'è il Forward Collision Alert con frenata a bassa velocità Collision Mitigation Braking, che aiuta a evitare o a mitigare l'impatto di un urto frontale. Se la distanza di sicurezza scende troppo, il sistema emette un allarme sonoro e uno visivo nel display del cruscotto e da una proiezione LED sul parabrezza. Se la frenata è insufficiente o assente, la incrementa (Integrated Brake Assist) o frena automaticamente vettura (Autonomous Emergency Braking) funzionando a velocità superiori comprese tra 8 e 80 km/h. Ma non è tutto, perché oltre alla telecamera frontale ci sono i sensori a ultrasuoni che monitorano la zona posteriore all'auto.

Così il Blind Spot Alert tiene sotto controllo l'angolo cieco e se rilevano la presenza di un veicolo in questa zona, nello specchietto retrovisore esterno del lato interessato lampeggia un LED giallo. Infine c'è il Park Assist anteriore e posteriore che trasmette sul display la distanza e la posizione degli oggetti circostanti, mentre l'Advanced Park Assist di nuova generazione individua spazi di parcheggio adeguati, paralleli o perpendicolari e parcheggia automaticamente la vettura, calcolando la traiettoria del veicolo, senza che sia necessario impugnare il volante. È sufficiente controllare acceleratore, frenata e cambio.

Da Ansamotori.it

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.