Il 'Dieselgate' che ha colpito il Gruppo Volkswagen non ferma la crescita del marchio Audi, che nel 2016 investirà 3 miliardi di euro - al netto delle manovre di ottimizzazione di costi e processi produttivi - ed entrerà in un nuovo segmento di mercato con il SUV compatto Q2. Lo ha dichiarato il CEO Rupert Stadler durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno, annunciando anche l'arrivo del nuovo Q5 e specificando che la metà di questo investimento riguarderà gli stabilimenti di Ingolsatdt e Neckarsulm.

L'obiettivo è quello di sostenere la crescita del marchio dei 'quattro anelli', effettuando anche nuove assunzioni, in particolare nei settori dei motori alternativi, dei materiali leggeri e della Information Technology.

"Una parte significativa di questo investimento - ha precisato Stadler - sarà destinata alla mobilità alternativa, con il lancio, previsto per il 2018, del primo veicolo elettrico di serie del marchio". Quanto al resto della gamma, ci sarà un ampliamento che la porterà a contare 60 modelli entro il 2020.

Riguardo all'ottimizzazione dei costi e dei processi produttivi, non ci saranno particolari tagli, ma ogni investimento sarà accuratamente valutato. Come quello della nuova galleria del vento, la cui costruzione è stata rimandata di un anno dal Consiglio di amministrazione.

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.