Lo ha nominato il 20 giugno scorso il plenum del Consiglio Superiore della Magistratura. 

Il dott. Angelo Vittorio Antonio Cavallo è il nuovo Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Patti. A nominarlo lo scorso 20 giugno, all’unanimità, è stato il plenum del Consiglio Superiore della Magistratura su proposta della V^ commissione “Conferimento uffici direttivi e semidirettivi” del Csm, di concerto con il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. Ricopre l’ufficio direttivo lasciato dal procuratore Rosa Raffa il 27 ottobre dello scorso anno, poiché trasferita alla procura distrettuale antimafia di Messina.

Originario di Lecce, 51 anni, il dott. Cavallo è giunto alla procura di Messina con la qualifica di sostituto procuratore nel novembre del 1998. Nel gennaio del 2009 è stato trasferito presso la Direzione distrettuale antimafia di Messina. I giudizi sul suo conto espressi nel corso degli anni dai suoi superiori delineano il profilo di un magistrato attento, scrupoloso, con un gran fiuto investigativo.

“Il dott. Cavallo – scrive il CSM, ha dimostrato una elevata capacità di direzione della Polizia Giudiziaria, coordinando contemporaneamente, anche nell’ambito dello stesso procedimento, l’operato di più Forze di Polizia, quali il ROS Carabinieri, la DIA di Messina, la Squadra Mobile di Messina, le Compagnia Carabinieri territoriali, i Commissariati di P.S. locali, assegnando e ripartendo a ciascuno di essi compiti e funzioni ben distinte, secondo criteri ottimali di suddivisione e organizzazione del lavoro. Senza ombra di dubbio, tutti i procedimenti sopra menzionati, in particolare le più recenti operazioni Gotha “1, 2, 3, 4, 5 e 6”, sono il frutto di tale complessa attività di coordinamento”. Ottima la conoscenza del territorio di competenza del tribunale di Patti, che gli permetterà di condurre con maggiore celerità eventuali indagini. Il CSM scrive, infatti, che “Egli inoltre, a livello infra-distrettuale, ha svolto nel tempo una collaborazione pressoché costante con la Procura di Barcellona P.G. e Patti, finalizzata al coordinamento delle indagini, allo scambio di informazioni, alla acquisizione dì atti di indagine. A livello extra-distrettuale, inoltre, ha svolto una proficua e collaudata collaborazione con le D.D.A. di Catania, Palermo e Caltanissetta, anche in questo caso finalizzata al coordinamento delle indagini in materia di criminalità organizzata, allo scambio di informazioni, alla reciproca acquisizione di atti di indagine”.

Oltre al dott. Cavallo a concorrere per ricoprire l’ufficio di Procuratore della Repubblica di Patti vi erano altri 6 magistrati, e precisamente Giuseppe Fazio, Fabio D’Anna, Stefano Gallo, Marco Colamonici, Maurizio Agnello e infine Alessandro Lia, quest’ultimo dal 1999 è sostituto procuratore a Patti.

Al neo procuratore auguriamo di poter portare a termine importanti operazioni, e che faccia un poco di pulizia all’interno di quei settori della società civile toccati dal malaffare.

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.