Oltre 500 i pellegrini giunti a Tindari a piedi, e circa 30 cavalieri a cavallo.

Si è concluso ieri il tradizionale pellegrinaggio al santuario della Madonna di Tindari dei fedeli di San Carlo e San Filippo, due borgate rispettivamente nei comuni di Furci Siculo e Casalvecchio Siculo, nella zona Ionica della provincia di Messina.

Sul sacro colle sono giunti a piedi oltre 500 fedeli e 30 cavalieri a cavallo, per onorare la Madre di Dio, qui venerata con il titolo di Madonna di Tindari.

Dopo oltre 30 ore di pellegrinaggio con in testa lo stendardo, sono partiti infatti alle 9 del mattino del giorno precedente, durante il quale sono state recitate preghiere e canti alla Madonna, i fedeli hanno raggiunto nel pomeriggio di ieri il sacro colle e sono stati accolti dal rettore del santuario don Pippo Gaglio. Qui hanno atteso l’arrivo di altri pellegrini che per svariati motivi hanno raggiunto Tindari in auto, per partecipare poi tutti insieme, come comunità, alla celebrazione della santa messa dinanzi l’altare della Madonna bruna. Una manifestazione di fede profonda e autentica dalle origine antiche, che vive ancora oggi anche tra le giovani generazioni.

Foto Tindari.org

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.