I sindaci del comprensorio hanno chiesto l’intervento del Prefetto per superare velocemente gli impedimenti burocratici.

Anche domani, martedì, i rifiuti indifferenziati non saranno raccolti. La discarica di Alcamo, in provincia di Trapani, è ancora chiusa e questo impedisce ai camion della ditta Pizzo-Onofaro di poter scaricare i rifiuti. Finché si è trattato di un singolo episodio i cittadini sono riusciti a riportarsi dentro casa il mastello, ma adesso il problema inizia a farsi serio. Vi sono infatti diverse famiglie che preferiscono uscire il mastello dell’indifferenziata solamente quando è pieno, a volte anche una volta al mese. Per alcuni il giorno di mancato ritiro corrispondeva proprio al giorno in cui era necessario uscire il mastello perché pieno. Altri, invece, nell’indifferenziata gettano le lettiere dei gatti o dei cani, con i loro escrementi. Il mancato ritiro crea pertanto un grosso problema. E’ impensabile che si possa tenere dentro casa il sacchetto con gli escrementi degli animali.

Per risolvere la questione i primi cittadini di alcuni comuni del comprensorio (Piraino, Patti, Brolo, Capo D’Orlando, Sant’Agata di Militello ed il vicesindaco di Gioiosa Marea), hanno invito una nota al presidente della Regione Nello Musumeci, nella quale sostengono che “si tratta di una situazione insostenibile e paradossale in quanto non è ancora stata ricevuta alcuna comunicazione riguardo quale discarica andare a conferire e l'indifferenziato non viene più raccolto da due settimane”.

I sindaci sono in “attesa dei promessi “decreti straordinari” che avrebbero dovuto risolvere la vicenda autorizzando i Comuni a conferire presso un'altra discarica”.

In questa fase emergenziale i primi cittadini, oltre che al presidente Musumeci e all’assessore all’Energia e ai servizi di pubblica utilità Alberto Pierobon, rivolgono un appello anche al prefetto di Messina Carmela Librizzi, perché si faccia “interprete del disagio che le comunità stanno vivendo e adotti, a sostegno delle rimostranze dei Sindaci, quelle azioni che riterrà utili per chiedere alle Autorità Regionali competenti di adoperarsi per superare velocemente gli impedimenti burocratici, in modo da procedere rapidamente alla risoluzione del problema di prioritaria importanza, qual è quello della raccolta dei rifiuti”.

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.