Il progetto prevede la riqualificazione ambientale del margine del Torrente Montagnareale per l'importo di 910.799 euro.

La Regione Siciliana ha inserito il progetto per la Ciclovia storico-naturalistica tra il sito archeologico della Villa Romana ed il Centro Storico di Patti tra le opere da finanziare con le risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione. 

Era stato il Comune di Patti a curare la progettazione definitiva con il supporto di un giovane professionista, l'arch. Davide Luca. L'elaborato progettuale è stato inserito tra quelli che possono essere finanziati. Si spera, adesso, che quanto prima arrivi il via libera definitivo all'opera. 

"Si tratta della concretizzazione di un'idea nata diversi anni addietro, tenacemente perseguita dalla mia Amministrazione - ha detto il sindaco Mauro Aquino -, la cui realizzazione consentirà di mettere in connessione due straordinarie ricchezze del nostro territorio, la Villa Romana a valle ed il Centro Storico a monte, su cui si è fondato lo sviluppo storico e l'identità urbana e culturale della Città di Patti attraverso un percorso che si snoderà lungo i margini del torrente per quasi 2 Km di indubbio interesse naturalistico. La creazione di questo percorso determinerà inoltre la riqualificazione di alcune aree degradate e contribuirà, assieme al già esistente Sentiero "Coda di Volpe" ed a quello di ormai prossima realizzazione "Grotte Mongiove - Tindari", ad arricchire l'offerta di turismo naturalistico, sempre più appetibile tra i visitatori soprattutto stranieri".

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.