Un’infermeria per i pellegrini che si recano a Tindari sarà donata dall’Associazione Consumatori Siciliani al Servizio turistico regionale n. 16 di Patti e Tindari. L’Associazione donerà un lettino, il misuratore di pressione, Kit per suture, per eventuali scottature, materiale per la respirazione e un defibrillatore in caso d’infarto. L’iniziativa nasce come spiega Nicola Calabria presidente regionale dell’Associazione Consumatori Siciliani in quanto “ci siamo accorti che a Tindari nonostante la presenza di migliaia di turisti, non c’è un punto dove rivolgersi in caso una persona cade a terra e si fa male. Inoltre nel periodo estivo e soprattutto nei mesi di luglio o agosto o durante la festa se qualcuno a causa del caldo ha un infarto prima che il 118 arrivi da Patti rischia di morire, perciò abbiamo deciso di dotare la struttura anche di un defibrillatore per prestare un primo soccorso nell’attesa che arrivi un’ambulanza”.

“A Tindari c’è molta speculazione da parte di tutti” continua Calabria, ma poca attenzione ai servizi essenziali. Mi è sembrato una contraddizione il fatto che in un luogo mariano, dove si va per pregare la Madre di Cristo e chiedere speranze di vita, non c’è una struttura di soccorso nel caso in cui ci si sente male. Noi abbiamo pensato di fare un primo passo, un gesto di speranza e di solidarietà per i pellegrini, adesso ci auguriamo che le autorità competente si muovano, istituendo nuovamente la guardia medica turistica a Tindari. In ogni modo d’ora in avanti chiunque sa che sul posto può trovare materiale necessario per un primo soccorso, e un defibrillatore in caso d’infarto. Anche se si salverà una vita umana, è un gran gesto d’amore in un luogo dove si va a pregare per la vita”.

L’Associazione Consumatori Siciliani s’impegna fin d’ora a fornire ulteriore materiale medico necessario alla struttura, perché come ha spiegato Nicola Calabria “ciò che c’importa fondamentalmente è che la vita d’ogni persona sia sempre tutelata e che chiunque venga a Tindari non si senta abbandonato nel caso in cui si sente male. Ci auguriamo un gesto altrettanto forte da parte delle istituzioni che sono sicuro non rimarranno a guardare dinnanzi al nostro gesto, per questo noi ci impegniamo a vigilare, a sollecitare, a pungolare chi dovrà impegnarsi per tutelare la salute dei cittadini”.

La struttura avrà sede in un locale messo a disposizione dal Servizio Turistico regionale n. 16 Patti e Tindari diretto dal Dott. Filippo Nasca che immediatamente si è reso disponibile all’iniziativa dell’Associazione Consumatori Siciliani.

Comunicato Stampa Associazione Consumatori Siciliani

Segui la diretta video del Solenne Pontificale di Santa Febronia, Patrona e Concittadina di Patti.

In esclusiva PattiOnLine trasmetterà la diretta del Pontificale presieduta da Sua Eccellenza Reverendissima mons. Ignazio Zambito, vescovo di Patti.

Le immagini provengono dal canale Livestream della Basilica Cattedrale, che ringraziamo per il servizio.

Domenica 26 Luglio, in questa pagina, dalle ore 18,30 sino alle 20 circa, la diretta in streaming.

Avviso: la diretta in streaming potrebbe avere dei rallletamenti non legati al Portale PattiOnLine, ma al server streaming di Livestream.

Dopo il successo di critica e di pubblico, ottenuto lo scorso aprile al cine-teatro comunale di Patti ritorna in scena, a grande richiesta , la compagnia teatrale “Il Sipario”.

Martedi 21 luglio prossimo, con inizio alle ore 21.30 ,nella palestra all’aperto della scuola elementare''Lombardo Radice'' di Patti, l’ormai consolidata ed apprezzata compagnia riproporrà la commedia brillante dialettale in tre atti di Luigi Capuana :“U Paraninfu”.

Trattasi di una farsa molto divertente dove si susseguono esilaranti situazioni. Al centro della rappresentazione vi è Don Pasquale Minnedda (Pippo Gaglio), “paraninfu” di professione e quindi atto a combinar matrimoni. Persona bonaria ma a volte in attrito con la moglie Donna Rosa (Rina Maccora). Attorno a lui si muovono divertenti macchiette con i loro umori, le loro fissazioni, le loro manie. A cominciare da Don Angelo (Franco Santospirito), che passa dalla lamentela nei confronti della chiassosa moglie Donna Paola (Alessandra Rinaldo), alla disperazione per la perdita della stessa. Si alternano altresì in casa Minnedda, introdotti dalla risata della serva Ntonia (Roberta Fonti), la grintosa e “jettatrice”cummari Donna Tina (Carmelina Segreto), gli amici Alessi (Salvatore Pizzuto) e Calenna (Claudio Pocorobba), due burloni sempre pronti a scherzare su ogni cosa, gli scapoli professore Barresi (Giuseppe Pellicanò) ed il tenente Rossi (Pietro Abramo) quest’ultimi due destinati ad essere oggetto del tentativo, da parte del protagonista, di realizzare le unioni con le sorelle Matamè, Donna Vennera (Serena De Luca) e Donna Rica (Valeria Proto), entrambe molto ricche ma anche molto brutte e che vivono con il loro servo zu Ninu (Seby Mastrantonio). Riuscirà Don Pasquale nel suo intento? L’intero lavoro è stato curato dall’attenta regia di Peppino Bisagni. Splendide le scenografie ideate da Francesco Campochiaro. Altrettanto indovinate le basi musicali scelte da Carmelo Milone. Direttore di scena Gimmy Spanò. Suggeritrice Cinzia Bonsignore.

La compagnia di Patti, che ha iniziato la tournè estiva il 16 luglio scorso a Gioiosa Marea, dopo la rappresentazione di Patti, proseguirà con gli appuntamenti di martedi 28 luglio a Piraino, martedi 11 agosto a Torrenova, lunedi 20 agosto a Terme Vigliatore, mercoledi 26 agosto a Brolo, venerdi 28 agosto a Capo d’Orlando. “ Il Sipario” sarà presente anche ad Oliveri, Montagnareale, San Salvatore di Fitalia, Sinagra, Tripi, Santo Stefano di Camastra e Sant’Agata Militello, con le date ancora da concordare.

I consiglieri provinciali del collegio di Patti, Salvino Fiore, Roberto Cerreti, Natalino Natoli, Giovanni Princiotta, Saro Sidoti e Luigi Gullo, esprimono grande soddisfazione per l'operato del Consiglio Provinciale e dell'Amministrazione, nel perfezionamento tecnico operato alla proposta deliberativa del bilancio previsionale approvato venerdì scorso, che oltre a prevedere il pagamento delle somme necessarie per l'affitto dei locali del distaccamento dei Vigili del Fuoco e del soccorso pubblico di Patti, somme che allo stato attuale vengono annualmente erogate dal Comune di Patti, consentirà finalmente, con lo stanziamento di circa 700.000 euro determinato dal Consiglio, oltre al completamento del primo lotto dello scorrimento veloce Patti - San Piero Patti - Francavilla, l'opportunità di accedere al finanziamento di 7.000.000 di euro per realizzare anche il secondo lotto, donando al territorio del collegio pattese, quella tanto attesa arteria stradale vitale per un serio e concreto rilancio delle economie dei paesi di Librizzi e San Piero Patti.

''La nostra città – ha detto il consigliere Gullo, proponente l'emendamento al bilancio - ha oggi 60.000 euro, derivanti dal risparmio sui costi di affitto della Caserma dei Vigili del Fuoco, da destinare ad iniziative che promuovano il nostro territorio''.

In Sicilia nella seconda settimana di luglio, complici il caldo intenso e l'umidità, si prevede un forte aumento della temutissima zanzara Tigre (+ 50%).

Il dato è stato reso noto da Meteo Zanzare, sviluppato da Vape Foundation, organizzazione senza fini di lucro che promuove la ricerca scientifica per sostenere la lotta agli insetti nocivi.

Il servizio, completamente gratuito e consultabile sul sito http://www.vapefoundation.org/, informa i cittadini sulla presenza delle zanzare. I dati sono aggiornati ogni settimana e per tutta l'estate basterà selezionare la provincia di interesse per scoprire l'intensità dell'infestazione.

Manca il rinnovo del contratto di categoria e il Governo non rispetta gli impegni assunti per mettere mano alle regole del settore. I sindacati dei gestori proclamano uno sciopero di due giorni che terra' i distributori chiusi per le intere giornate dell'8 e del 9 luglio.

Gli impianti resteranno chiusi sulla rete stradale dalle 19.30 di martedì 7 luglio fino alle ore 07.00 della mattina del 10 luglio. Diversi gli orari per la rete autostradale, con i distributori che chiuderanno alle 22.00 del 7 per riaprire alla stessa ora del 9 luglio. In Sicilia, lo sciopero inizierà con 24 ore di anticipo (ore 19:30 di lunedì 6 luglio) rispetto al resto d'Italia. E' esclusa dallo sciopero la provincia dell'Aquila.

"L'industria petrolifera sta scaricando sulla rete e soprattutto sulla categoria (che è la vera spina dorsale della distribuzione) tutte le contraddizioni e le diseconomie del sistema, facendo concorrenza, sui propri stessi impianti ai propri stessi Gestori", spiegano le tre federazioni, FAIB, FEGICA e FIGISC in una nota congiunta. In questo momento, sottolineano ci sono discriminazioni "tra gestore e gestore sulla propria rete, e si favorisce, con politiche di prezzo drasticamente penalizzanti per migliaia di piccole imprese, le 'pompe bianche' piuttosto che gli ipermercati, in aperta violazione delle vigenti regole della concorrenza e del mercato". Si tratta, proseguono, di "una scelta di abbandono e svalorizzazione degli investimenti fatti sulla rete, che riguarderebbe solo l'industria petrolifera se non fosse che in questo processo le uniche vittime sacrificali sono in primo luogo i Gestori". Allo stesso tempo, prosegue la nota, "non solo gli impegni assunti dal Governo oltre un anno fa per mettere mano alle regole del settore ed alle misure strutturali richieste dalla categoria sono rimasti finora lettera morta, ma, nel frattempo, sono venute meno alcune tutele e sono stati imposti nuovi oneri alle gestioni".

Ci sarà anche una pattese tra i concorrenti del noto quiz musicale televisivo ''Sarabanda''.

Questo pomeriggio alle ore 18:50 su Canale 5 la giovane pattese Rosy De Salvo (nella foto) sarà ospite della nota trasmissione ''Sarabanda'', condotta da Teo Mammuccari e da Belen Rodriguez.

La De Salvo, dopo aver superato tutte le selezioni, è stata chiamata adesso a partecipare alle finali.Rosy De Salvo

Appuntamento quindi davanti alla tv a tifare per la nostra concittadina Rosy De Salvo.

Dopo aver lasciato per tanto tempo una strada provinciale in condizioni davvero pietose finalmente qualcosa è stato fatto.

A pochi chilometri dal centro abitato di Patti, all’altezza di contrada Provenzani, sino a qualche giorno fa non esisteva più l’asfalto, ma ancora peggio gli avvallamenti, i dossi e le buche erano cosi evidenti che transitare con una semplice auto era diventato molto problematico. Bisognava rallentare e procedere a passo d’uomo e nonostante ciò coloro che hanno subito dei danni ai propri mezzi sono stati parecchi. La strada che è percorsa giornalmente da tanti automobilisti, in quanto collega Patti con i centri di Librizzi e San Piero Patti, da qualche tempo a questa parte aveva già dato segnali di cedimento e con il passar dei mesi la situazione era peggiorata tanto da creare una serie di crepe con dei dislivelli di parecchi centimetri.

Sono state anche tante e continue le lamentele di chi transita di frequente su questo tratto di strada, automobilisti che avevano raggiunto il limite della pazienza e che hanno più volte chiesto che si facesse qualcosa, un intervento come è giusto che sia e non il solito lavoro tanto per accomodare.

Finalmente la voce dei cittadini è stata ascoltata da qualcuno, ed in questo caso dal consigliere provinciale Saro Sidoti, il quale, dopo un consulto presso la sede della Provincia, ha organizzato in breve tempo una squadra di operai e mezzi e nell’arco di una giornata è stato effettuato l’intervento di sistemazione consistente, al momento, nel livellamento del tratto stradale per permettere di poter transitare senza dover incappare in buche e quant’altro.

Da qui a quindici giorni invece, si procederà all’intervento vero e proprio, ossia quello di creare il drenaggio delle acque, la vera causa del dissesto. Una volta fatto questo si procederà ad asfaltare a regola d’arte tutto il tratto interessato.

Finirà cosi l’odissea di questa arteria provinciale o si presenterà in futuro lo stesso problema? I tecnici dicono che con i lavori di drenaggio il tutto si risolverà.

Ci si augura che abbiano ragione.

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.