Lo ha fatto con una donazione all'associazione MuoviMente per l'acquisto di macchinari e presidi sanitari.

Il presule ha voluto fare la propria parte in un momento in cui chiunque può è chiamato a donare il proprio sangue.

Questa mattina il vescovo di Patti, mons. Guglielmo Giombanco, si è recato nel reparto Trasfusionale dell'ospedale "Barone Romeo" di Patti, per donare il sangue. Accolto dal primario, dott. Gaetano Crisà, il presule ha voluto fare un gesto importante in questo momento, donare cioè il proprio sangue. 

Il sangue donato dai volontari non può essere conservato per molto tempo, ecco perché l'invito costante dell'Avis a donare. 

E' bene ricordare che non vi è alcun rischio di contrarre il virus nel donare il sangue;è pertanto una delle buone ragioni per lasciare per qualche oretta il divano di casa. 

Sarà possibile seguirlo sul sito internet della Diocesi di Patti.

Dopo l'Ordinanza del presidente della Regione firmata ieri sera, anche il Comune di Patti è obbligato a effettuare la sanificazione.

Si tratta di dati ufficiali aggiornati alle ore 12 di oggi, comunicati dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale.

Il Comune di Patti era uno di quei centri che si era rifiutato di eseguirla perchè ritenuta inutile. 

Si potrà uscire per fare la spesa non più di una volta al giorno. Lo dispone un'ordinanza del Presidente della Regione Nello Musumeci. 

A dirlo è stato il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese per rispondere alle richieste del presidente della regione Nello Musumeci.

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.