ImageGELA - Armati di coltello e mascherati i banditi hanno assaltato un "pony-express". Uno dei rapinatori, alle 21, aveva ordinato le pizze telefonicamente, fornendo l'indirizzo del recapito ...
GELA Se nel film-cult del '58, «I soliti ignoti», ladri «balordi e sgangherati» che, a Roma, sognavano il «colpo grosso», affogarono la delusione del fallimento del loro progetto in una pentola di pasta e ceci, a Gela, martedì sera, sette giovinastri non hanno commesso errori: sono riusciti a mettere a segno la rapina Imageche avevano ideato impossessandosi nientemeno che di ... sette pizze margherita.
Vittima della rapina è stato un fattorino 17enne della «Pizzeria Due Archi», in corso Vittorio Emanuele, nel centro storico di Gela, di Rosaria Lombardo di 44 anni.
Uno dei rapinatori, alle 21, aveva ordinato le pizze telefonicamente, fornendo l'indirizzo del recapito: un appartamento di via Scicolone, nel quartiere Albani Roccella, alla periferia nord della città.
All'arrivo del «pizza-pony-express», i sette rapinatori sono usciti da un portone mascherati e armati di coltello, costringendo il fattorino a consegnare la merce e andare via. Il malcapitato non se l'è fatto ripetere due volte. Si è allontanato a tutta velocità raggiungendo la pizzeria dove ha raccontato le fasi della rapina alla proprietaria.
I carabinieri hanno fatto un sopralluogo interrogando l'inquilino dell'alloggio di cui era stato fornito l'indirizzo per la consegna delle pizze, il quale ha detto di non saperne nulla.

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.