Si tratta per lo più di giocattoli, peluche e articoli elettrici contraffatti o con marchio CE non conforme. Al commerciante elevate sanzioni.

I militari della guardia di finanza della tenenza di Patti, al comando del tenente Giacomo Curcurachi, nei giorni scorsi hanno effettuato una serie di controlli volti alla sicurezza del consumatore nell'approssimarsi delle festività pasquali. Nel corso dell'attività, in un negozio gestito da cinesi nella zona industriale di via Playa a Patti, i finanzieri hanno sequestrato 10.400 prodotti (giocattoli, per lo più bambole, peluche e materiale elettrico), che se venduti avrebbero fruttato circa 60mila euro, poiché risultati visibilmente contraffatti. La merce sottoposta al controllo dai militari è apparsa priva delle indicazioni minime di sicurezza, e riportava una marcatura “CE” non conforme alla disciplina comunitaria che regola il settore. Alcuni giocattoli, riproducenti personaggi dei cartoni animati Disney al momento in voga tra i bambini, riportavano come marchio la scritta Disnfy, generando così confusione nei clienti che ingenuamente erano convinti di acquistare un prodotto originale. Questi prodotti, non essendo stati realizzati nel rispetto delle normative europee in materia di sicurezza, avrebbero potuto rappresentare un pericolo per gli utilizzatori, in questo caso bambini. 

Il titolare dell'attività commerciale è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria presso il tribunale di Patti, per i reati di frode in commercio, contraffazione e ricettazione, ed è stato, inoltre, segnalato alla Camera di Commercio di Messina per la conseguente irrogazione di una sanzione che va da un minimo di 1.500 ad un massimo di 10.000 euro. 

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.