I fatti si sarebbero verificati ieri pomeriggio sul treno regionale Palermo-Messina.

La polizia ferroviaria di Messina ha arrestato ieri pomeriggio un giovane di Patti, Andrea Sorrenti, 28 anni, per violenza privata nei confronti di una donna che si trovava sul treno diretto a Messina. 

Pare che il giovane una volta salito a bordo del treno regionale Palermo-Messina si sia seduto nel sedile di fronte alla donna che si stava recando a lavoro come ogni giorno. Ai poliziotti la donna ha detto che il giovane ha iniziato a fissarla con insistenza, sino a quando non si è sbottonato i pantaloni, mostrandole le parti intime, "senza alcun pudore e spavalderia", riferisce la polizia. Quando si sarebbero verificati i presunti fatti denunciati in quel vagone c'erano solamente la donna e il giovane. 

La donna, impaurita per le possibili reazione dell'uomo, è rimasta ferma al proprio posto, e in un momento di distrazione del giovane ha inviato un messaggio al cellulare di un'amica chiedendo aiuto. 

Allertata la polizia di Stato, alla fermata del treno ad attendere la donna c'erano i poliziotti della polizia ferroviaria, ai quali la malcapitata ha descritto il giovane che poco dopo è stato identificato e arrestato.

Il giovane, rinchiuso in camera di scurezza, dovrà rispondere di violenza privata nei confronti della donna, nel processo per direttissima che si terrà nelle prossime ore. 

A quanto sembra, tra i vari precedenti a suo carico vi è anche una denuncia per atti osceni. 

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.