Deve scontare una pena di 4 anni e 5 mersi di reclusione. E' stato rinchiuso nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto.

I Carabinieri della Stazione di Patti, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Patti, hanno arrestato il pattese L.G.F., 44 anni, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile del reato di truffa.

Nello specifico, i militari dell’Arma hanno rintracciato l’uomo e lo hanno arrestato poiché condannato alla pena di 4 anni e 5 mesi di reclusione per il reato di truffa. In particolare i Carabinieri hanno accertato oltre 50 casi di truffe informatiche commesse dal 2010 al 2014 dall’individuo su tutto il territorio nazionale, secondo modalità ben consolidate e sperimentate: l’uomo trattava la vendita di elettrodomestici, materiale informatico e fotografico, facendosi versare le somme pattuite su carta prepagata, senza poi inviare la merce.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto per l’espiazione della pena.

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.