ImageE' accaduto in un vecchio edificio del centro storico. I poliziotti hanno fatto irruzione nell'appartamento a tarda notte. L'indiano, da poco arrivato a Patti, è stato picchiato al rifiuto di consegnare il denaro ai 5 connazionali.

ImageSequestro di persona, tentata estorsione e lesioni aggravate; sono queste le accuse mosse dagli agenti del Commissariato di Polizia di Patti nei confronti di cinque giovani indiani residente nel centro storico cittadino.

I poliziotti li hanno arrestati nella notte tra venerdì e sabato.

A quanto pare i cinque extracomunitari, Manoj Siriak Thumpanayil, 33 anni, Jacob Jajarajan, 36 anni, Paul Santheesh, 34 anni, Tambi Thevalathil Chacko, 45 anni, e Sabin Jesudas 33 anni, avrebbero segregato in casa un loro connazionale, da poco giunto a Patti, che si era rifiutato di pagare per avere da loro la protezione ed un lavoro.

Secondo il racconto fatto alla Polizia da un’altro extracomunitario, pare che i cinque avrebbero anche malmenato il giovane connazionale nella speranza di convincerlo a consegnare loro il denaro. Gli uomini del locale Commissariato hanno scoperto questa turpe storie grazie alla segnalazione di un’altro cittadino indiano, a sua volta avvisato di quanto stava accadendo da un messaggio sul telefonino inviatogli dalla stessa vittima in un momento di distrazione dei sequestratori.

In un primo momento i poliziotti non sono riusciti ad introdursi nell’appartamento, per il rifiuto dei cinque di aprire la porta. Dopo poco, però, sono giunti sul posto i Vigili del Fuoco del distaccamento di Patti; sentendo il trambusto i cinque indiani si sono resi conto che per loro non vi era più scampo ed hanno quindi deciso di aprire il portone.

Condotti in camera di sicurezza presso il Commissariato di via Crispi, su disposizione del magistrato inquirente, il sostituto procuratore Alessandro Lia, per loro sono scattate le manette ed il trasferimento al carcere di Gazzi a Messina. I cinque indiani arrestati sono difesi dall’avvocato Eliana Raffa del Foro di Patti.

 

 

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.