Relatore d'eccezione il professore Gaetano Silvestri, nativo di Patti, presidente emerito della Corte Costituzionale.

“Giustizia e principio di uguaglianza”, questo il titolo del convegno, promosso dal Rotary Club di Patti, che si è tenuto questa mattina, venerdì 22 aprile, nella sala Convegni del Comune in Piazza Mario Sciacca.

Illustre relatore, il Professore Gaetano Silvestri, Presidente Emerito della Corte Costituzionale e Presidente della scuola Superiore di Magistratura.

Sono intervenuti all’incontro la Dott.ssa Rosa Raffa, Procuratore Capo della Procura della Repubblica di Patti e Monsignor Giovanni Orlando.

Moderatore dell’incontro il Professore Antonino Caccetta, Presidente del Rotary di Patti.

Presenti le scuole superiori del territorio pattese, il “Borghese-Faranda” e il Liceo Classico-Scientifico-Linguistico e delle Scienze Applicate “Vittorio Emanuele III”.

Con i saluti del sindaco Mauro Aquino si è aperto l’interessante incontro che, sicuramente, ha contribuito ad arricchire il sapere dei giovani presenti in una sala gremita e partecipe.

Il silenzio è regnato sovrano quando la voce del professore Silvestri ha incominciato a risuonare nella sala, con le sue parole incisive, precise, autorevoli, con la sua immensa preparazione che gli ha permesso di spaziare da un argomento all’altro, citando grandi costituzionalisti, filosofi, storici, che hanno contribuito con le loro opere a far emergere i principi fondamentali su cui si basa la società civile: uguaglianza, giustizia, libertà. L’egregio relatore ha sottolineato come la libertà che oggi abbiamo non è stata ricevuta senza pochi sacrifici, molti hanno pagato con la vita, partigiani, politici, magistrati, poliziotti, preti, e tanti altri; ecco perché, continua l’emerito professore, deve essere custodita e praticata con responsabilità, così come richiede la Costituzione e deve essere realizzata per la maggiore dignità delle persona umana.

Il principio di uguaglianza, inoltre continua il professore, fa sì che debbano essere eliminati o rimossi gli ostacoli sia fisici che morali che si frappongono ad una effettiva uguaglianza, è perciò strettamente legato al concetto di giustizia, in quanto implica la necessità di regolare con leggi, a volte particolari e specifiche, il miglioramento delle condizioni dei meno abbienti e dei più deboli.

Quella del professore Silvestri è stata una vera lectio magistralis.

Rivolgendosi ai giovani con il forte carisma di uomo di cultura, di grande giurista, ma anche di Educatore, li ha invitati a studiare, ad approfondire il loro sapere affinché possano essere liberi di coltivare e praticare i principi fondamentali della democrazia.

Monsignor Orlando, il quale ha portato i saluti di Monsignor Ignazio Zambito, Vescovo di Patti, si è soffermato sulle figure di Don Milani e di Papa Francesco, uniti da una medesima passione educativa e cultori di quei principi fondamentali su cui dovrebbe basarsi la vita di ogni cittadino.

La dott.ssa Rosa Raffa ha iniziato il suo intervento citando il grande filosofo Emmanuel Kant, il quale sosteneva che il desiderio di agire con giustizia, quando è inteso in modo appropriato, deriva parzialmente dal desiderio di esprimere con maggiore pienezza ciò che siamo o possiamo essere, e cioè esseri razionali liberi e eguali, dotati di libertà di scelta. Lo scopo principale di Kant, ha sottolineato il Capo della Procura della Repubblica di Patti, è stato quello di evidenziare che libertà è agire in accordo con la legge che noi stessi ci diamo e la nostra legge deve essere quella del rispetto delle regole, della giustizia, della libertà, e del vivere civile, tutelando e salvaguardando sempre e in qualsiasi circostanza la nostra dignità.

Gli interventi degli allievi dell’IIS “Borghese-Faranda”, dei loro docenti e delle personalità presenti nella sala, hanno concluso una mattinata all’insegna della libertà e della dignità della persona.

Il Professore Antonino Caccetta ha concluso i lavori ringraziando tutti per la partecipazione e l’interesse mostrato per l’iniziativa promossa dal Rotary Club di Patti.

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.