L'incontro, organizzato dal "Club Amici di Salvatore Quasimodo", si terrà alle ore 17 nella sala del Comune in piazza Mario Sciacca.

Si terrà domani, sabato 19 novembre, con inizio alle ore 17, nella sala del Comune di Patti in piazza Mario Sciacca, l'incontro organizzato dal "Club Amici di Salvatore Quasimodo", dal titolo "Le origini del Valdemone: la presenza dei greci in Sicilia nella seconda ellenizzazione".
Relatori saranno il prof. Daniele Macris, rappresentante della Comunità Ellenica dello Stretto, che parlerà della "Grecità diacronica nel Valdemone" e don Pio Sirna, Direttore dell'Ufficio Catechistico diocesano, autore di una pubblicazione su "Archetipi bizantini ebraici e islamici nel territorio della Diocesi di Patti" pubblicato nel 2015.
Nel corso dell'incontro i relatori illustreranno ciò che rimane nel nostro territorio della presenza dei greci fin dalla fondazione della città di Demena, fondata da greci emigrati da Sparta nel VI-VII sec. d.C., che diede il nome a una delle tre maggiori circoscrizioni che suddividevano la Sicilia: Val di Noto, Val di Mazara e Val Demone; ripartizione che rimase per circa mille anni, dalla dominazione araba fino al 1817 quando, in seguito a un decreto regio dell’11 ottobre 1816, il re Ferdinando suddivise la Sicilia in sette province.
L'incontro sarà anche un'occasione per ricordare monsignor Gaetano De Maria, appassionato studioso del tema, che nel 2006 ha finalizzato la sua ricerca con una bellissima pubblicazione dal titolo “Le origini del Val Demone nella Sicilia bizantina”.

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.