Ritorna in scena la compagnia teatrale “Il Sipario”, sezione club Altavilla di Patti. Il 22 e 23 aprile, al cine-teatro comunale di Patti, alle ore 21, l’ormai consolidata ed apprezzata compagnia proporrà al suo pubblico la commedia brillante dialettale in tre atti “U Paraninfu” di Luigi Capuana.

Trattasi di una farsa molto divertente dove si susseguono esilaranti situazioni.

Al centro della rappresentazione vi è Don Pasquale Minnedda (Pippo Gaglio), “paraninfu” di professione e quindi atto a combinar matrimoni. Persona bonaria ma a volte in attrito con la moglie Donna Rosa (Rina Maccora). Attorno a lui si muovono divertenti macchiette con i loro umori, le loro fissazioni, le loro manie. A cominciare da Don Angelo (Franco Santospirito), che passa dalla lamentela nei confronti della chiassosa moglie Donna Paola (Alessandra Rinaldo), alla disperazione per la perdita della stessa. Si alternano altresì in casa Minnedda, introdotti dalla risata della serva Ntonia (Roberta Fonti), la grintosa e “jettatrice”cummari Donna Tina (Carmelina Segreto), gli amici Alessi (Salvatore Pizzuto) e Calenna (Claudio Pocorobba), due burloni sempre pronti a scherzare su ogni cosa, gli scapoli professore Barresi (Giuseppe Pellicanò) ed il tenente Rossi (Gianmatteo Scafidi) quest’ultimi due destinati ad essere oggetto del tentativo, da parte del protagonista, di realizzare le unioni con le sorelle Matamè, Donna Vennera (Serena De Luca) e Donna Rica (Valeria Proto), entrambe molto ricche ma anche molto brutte e che vivono con il loro servo zu Ninu (Seby Mastrantonio). Riuscirà Don Pasquale nel suo intento?

L’intero lavoro è stato curato dall’attenta regia di Peppino Bisagni. Splendide le scenografie ideate da Francesco Campochiaro. Altrettanto indovinate le basi musicali scelte da Carmelo Milone. Direttore di scena Gimmy Spanò. Suggeritrice Cinzia Bonsignore.

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.