E' stato presentato il calendario delle manifestazioni al Teatro Greco di Tindari, la cui organizzazione è stata affidata dal comune alla Sud Dimensione Servizi di Messina alla quale l'amministrazione comunale di Patti ha concesso un contributo di 30.000 euro.





Il cartellone degli spettacoli è così composto:

  • 11 Agosto Leo Gullotta in ''Minnazza'';
  • 12 Agosto Pippo Pattavina in ''Cappiddazzu paga tutto'';
  • 16 Agosto Gianfranco Iannuzzo in Stasera parlo io...'';
  • 21 Agosto Tuccio Musumeci in ''Gli industriali del ficodindia'';
  • 8 Settembre La Rosa Litterio, Toti e Totino in '' Comicamente Insieme''.

















Dopo parecchio tempo da quando sono iniziati i lavori, consistenti nel rifacimento della copertura, finalmente, sabato 25 luglio alle ore 18.30, riaprirà al pubblico il sito archeologico della Villa Romana di via Papa Giovanni XXIII.

Oltre alle autorità locali saranno presenti l’assessore regionale ai Beni Culturali Lino Leanza, il Soprintendente ai BB.CC. di Messina, Gianfilippo Villari e il dirigente del servizio archeologico della Soprintendenza di Messina, Gabriella Tigano.

Quella di sabato è sicuramente una data importante in quanto consentirà ai tanti turisti di poter visitare nuovamente i resti ed i mosaici di questa importante realtà presente sul territorio pattese.

Verrà inaugurata venerdì 24 luglio, alle ore 20, la galleria sottostante il sagrato della Basilica Cattedrale di Patti.

“Facente parte delle strutture castellane, la Galleria, ritrovata durante i lavori del 1980, appare costruita per assicurare uno spazio antistante al prospetto svevo-federiciano della Cattedrale.
La struttura è caratterizzata da quattro arconi in pietra riquadrata a sesto acuto che scandiscono lo spazio in cinque parti e che si dipartono da piedritti a quote irregolari che fanno a valle da contrappunto ad altri, più alti, quasi con funzioni di contrafforti.
Un quinto arco in mattoni, più recente, assicurava fondazione ad una struttura volumetrica soprastante.
Le pareti e la grande volta in pietra stilata e le aperture verso valle, nonché il reimpiego di materiali classici con funzioni costruttive (capitelli a lastrone) fanno della Galleria un luogo di particolare fascino.
Anche se non certi dell'uso originario, si può affermare, con l'ausilio di alcune fonti archivistiche, che con la lettera Viceregia del 22 ottobre 1559 veniva ordinata la chiusura di certi carceri criminali e civili che a quell'epoca risultavano "... inditto ep(iscop)ato et in lo entrare dela porta dela ecclesia..." nel luogo denominato Scurazzo che pare corrispondere alla galleria ancora visibile.
Oltre al restauro lapideo e murario si è posta in opera un adeguato pavimento in pietra arenaria, l'impiantistica tecnologica e gli infissi che possano consentirne l'uso.
Nella Galleria verranno esposti dei pannelli curati dalla Soprintendenza di Messina che spiegano i lavori di restauro effettuati dal 2005 al 2007.
Saranno inoltre esposti degli oggetti, quali vasellami, ritrovati in una cisterna scoperta all'interno della Cattedrale.“

Segui la diretta video da Minori.

In esclusiva PattiOnLine trasmetterà la diretta delle celebrazione in onore di Santa Trofimena-Febronia.

Potete seguire le celebrazioni anche sul canale satellitare in chiaro 849 di Sky.

Dalle ore 20 alle 23 all'interno di questa pagina, la differita di un'ora in streaming.

Si ringrazia la direzione di Telecolore per la gentile concessione.

Avviso: la diretta in streaming potrebbe avere dei problemi a causa di problemi al server streaming di telecolore.it. La differita della manifestazione è visibile sul canale satellitare di Sky a partire dalle ore 20:00 (un' ora di differita) sul canale 849
Santa Trofimena-FebroniaSi celebra oggi e domani a Minori, in provina di Salermo, sulla costiera Amalfitana, la festa di Santa Trofimena, Vergine e Martire.

Santa Tofimena, santa d'origine siciliana, di Patti (ME) omologa di Santa Febronia. L'agiografia è piuttosto contorta, la leggenda vuole che fu martirizzata ancora fanciulla, intorno ai 12 /13 anni per mano dello stesso padre, poiché desiderosa di battezzarsi e di abbracciare la fede cristiana, si racconta di una visione di un angelo che le annuncia la consacrazione a Cristo e l'imminente martirio, e contraria alle nozze con il prescelto indicato dalla famiglia. Il corpo fu affidato alla custodia di un urna e gettato in mare, le correnti la spinsero sino alle coste salernitane e precisamente a Minori. L'urna ritrovata dalla popolazione minorese fu fatta trasportare da una pariglia di giovenche, ma arrivati al punto dove oggigiorno sorge la chiesa a lei dedicata, gli animali non vollero assolutamente proseguire, pertanto i minoresi interpretarono ciò come il segnale divino della scelta del luogo ove erigere la suddetta chiesa. ``Le vicende storiche della cittadina sono legate al culto e alla venerazione per la Santa Trofimena di cui, per più di un millennio, ha conservato gelosamente le reliquie.

Di tali reliquie si ha notizia storica sin dagli anni 838-839 d.C., secondo quanto riporta una cronaca anonima che narra del trafugamento e delle varie traslazioni subite dai resti della santa per opera dei Longobardi del principe Sicardo di Benevento.``Tre sono le feste che si celebrano un suo onore nel corso dell'anno: 5 Nov., 27 Nov., 13 Lug..``Il 5 Novembre si festeggia anche l'onomastico e si fa risalire questa festa alla data del ritrovamento delle spoglie sella santa sulla spiaggia di Minori.``Il 27 Novembre si festeggia il rinvenimento dell'urna, che era stata nascosta per evitare ulteriori saccheggi da parte dei Longobardi.``Il 13 Luglio, che è diventata nel corso degli anni la festa probabilmente più importante in quanto cade nel periodo estivo, è attribuito alla santa un miracolo.``Minori sta per essere attaccata dalle imbarcazioni dei predoni arabi, e quindi infedeli, del "Barbarossa". La popolazione allora invoca l'aiuto della santa che in una bellissima giornata estiva fa scatenare una tremenda tempesta che sbaraglia le imbarcazioni dei predoni mussulmani. Tale miracolo è riconducibile ai reali saccheggi subiti dalle varie città della Repubblica Amalfitana per mezzo di vari predoni corsari, infatti, anche a S. Andrea, venerato ad Amalfi, è attribuito tale miracolo che si festeggia il 27 Giugno, e lo stesso vale per S. Matteo, venerato a Salerno.``Prima dell'arrivo delle reliquie di Sant'Andrea ad Amalfi, trafugate a Costantinopoli, per opera del mercante amalfitano Pietro Capuano, Santa Trofimena aveva enorme venerazione nel territorio della Repubblica marinara d'Amalfi, poiché era l'unico santo di cui si potessero venerare le sacre reliquie; infatti ancora tutt'oggi la festa di S. Trofimena è ancora molto sentita dai discendenti di quegli amalfitani. Esiste un'antica chiesetta di Santa Trofimena anche a Salerno, ove furono conservate le spoglie da parte di una colonia di mercanti amalfitani, per evitarne il saccheggio da parte dei soliti Longobardi. In tempi più vicini ai nostri degli emigranti minoresi a New York hanno eretto una cappella anche in questa città americana e possiedono una copia fedele della statua che viene portata in processione per celebrare, al di la dell'atlantico la festa di Santa Trofimena, Patrona di Minori.

Da Santi e Beati

Il solenne Pontificale e la Processione saranno trasmesse con un'ora di differita, dalle 20 alle 23, da Telecolore, televisione della provincia di Salerno, sul canale satellitare in chiaro 849 di Sky.

A Minori sarà presente una delegazione di Patti, guidata dall'arciprete della Basilica Cattedrale, don Vincenzo Smriglio.

In esclusiva anche il nostro Portale trasmetterà la diretta streaming delle celebrazioni a partire dalle ore 20.

Si ringrazia la direzione di Telecolore per la gentile concessione.

Simone Lamonica e Simona PernaAi campionati italiani assoluti di danza sportiva, che si sono tenuti a Rimini qualche settimana addietro, ha partecipato anche la scuola di ballo “Fashion Dance”, degli insegnanti Carmelo Perna e Maria Aloi, entrambi di Patti. Nelle varie gare disputatesi i loro allievi hanno conquistato degli ottimi piazzamenti a dimostrazione dello bravura e professionalità frutto di continui allenamenti tendenti a migliorare le proprie performance.

Questi i posti raggiunti:

Nel ballo da sala classe C, categoria 6-18 anni, la coppia Simone Princiotta e Francesca Princiotta, su 56 coppie, è arrivata sesta. Costantino Mirenda e Francesca Tripi, noni, Matteo Vitanza e Alessandro Vitanza, ventitreesimi.

Nei latini americani, classe C, categoria 12-14 anni, su 54 coppie, Francesco Princiotta e Simone Princiotta, sesti classificati.

Tiziana Perna e Dario LamonicaNel liscio unificato, classe A, categoria 19-34 anni, su 33 partecipanti, la coppia Tiziana Perna e Dario Lamonica si è classificata al sesto posto. La coppia Simona Perna e Simone Lamonica si è piazzata al sedicesimo posto. Nella classe B3, combinate 4 danze, categoria 16-18, su 42 coppie, Fabio Pintaudi e Antonella Pino hanno conquistato il diciottesimo posto. Sempre classe B3, danze standard, categoria 16-18 anni, su 40 coppie, Giuseppe Gembillo e Valentina Civa hanno conseguito il diciannovesimo posto.

Per quanto riguarda le danze standard e combinata 10 danza, nella classe B1, categoria 19-34 anni, con 58 partecipanti, Tiziana Perna e Dario Lamonica si sono aggiudicate il sedicesimo e dodicesimo posto, mentre Simona Perna e Simone Lamonica hanno ottenuto il ventisettesimo e tredicesimo posto.

Con questi risultati la scuola “Fashion Dance” si ritiene molto soddisfatta.

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.