L'amministrazione comunale aveva previsto di vendere la struttura. Adesso la decisione di partecipare a un bando per realizzare un punto informativo turistico.

L'amministrazione comunale nell'ambito del piano di alienazione dei beni comunali aveva pensato di inserire anche la ex scuola elementare di Tindari, ubicata dinanzi all'ingresso del teatro antico. Questa scelta aveva provocato l'indignazione di consiglieri di opposizione, che in seno al Consiglio comunale avevano chiesto al sindaco di ritornare su i suoi passi. Qualche giorno fa la decisione della Giunta di partecipare a un bando, insieme ai comuni di Falcone, Oliveri, Montagnareale, Gioiosa Marea e Raccuia, riguardante il "Sostegno a investimenti finalizzati alla creazione, al miglioramento o all’espansione di ogni tipo di infrastrutture su piccola scala, compresi gli investimenti nelle energie rinnovabili e nel risparmio energetico". Appresa la notizia della scelta dell'Amministrazione comunale di scegliere la scuola di Tindari, ha fatto tirare un sospiro di sollievo al consigliere di Patti Futura Filippo Tripoli.

"Siamo contenti che l'amministrazione abbia cambiato idea sulle sorti della scuola elementare di Tindari - ha detto Tripoli, dando seguito a quanto già proposto dal nostro gruppo con una mozione in consiglio comunale, che impegnava il Sindaco a togliere dai beni alienabili l'edificio e destinarlo a ufficio turistico e museo. Le belle idee per la città, a volte, anche se con ritardo vengono fortunatamente accolte, pur se presentate dall'opposizione. Certo in cantiere ci sono diverse opere che l'amministrazione stenta a far partire, su sollecitazione dell'opposizione ed in particolare dal gruppo Patti Futura, prima tra tutte il restyling del quartiere Sant'Antonio Abate, il completamento del marciapiede di via Randazzo, il muro di cinta del Cimitero del centro, l'arredo della piazza Niosi, e anche la tribuna dello stadio comunale che ha avuto i soldi stanziati in bilancio e per la quale il Sindaco aveva promesso l'avvio dei cantieri a 15 giorni dal bilancio; tutti lavori proposti alcuni, ed attenzionati altri, sui quali l'amministrazione - ha concluso il consigliere, ha preso precisi impegni che al momento disattende, ci auguriamo che a l'elenco non si aggiunga anche la scuola di Tindari.

Personalmente non crediamo che il Comune abbia realmente intenzione di aprire un punto informativo dinanzi al teatro. C'era, è stato chiuso proprio perché fuori mano, ed è stata chiesta alla direzione del Santuario la disponibilità di un locale nei pressi della piazza per essere maggiormente fruibile dai turisti e dai pellegrini. L'ufficio turistico, gestito dalla provincia, è attualmente funzionante. Per questo motivo riteniamo che il Comune non abbia nessuna intenzione di aprirne un altro. E' verosimile che il Comune intenda partecipare a questo bando dicendo di voler sistemare quel locale per fare un ufficio turistico, al solo scopo di ottenere i fondi e sistemare così la scuola, che poi continuerà a rimanere chiusa per 9-10 mesi l'anno.


 

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.