Duro l'atto di accusa dei due esponenti della minoranza dopo la richiesta, bocciata dai consiglieri di maggioranza, di abbassare le tasse.

Il responsabile di tutto è il sindaco Aquino. Non usano giri di parole i due esponenti della minoranza Giacomo Prinzi e Gianni Di Santo. "Il cittadino - scrivono i due in una nota alla stampa - è costretto a pagare di tasca gli sprechi e la restituzione dei finanziamenti persi come il Pontile di Patti per colpa del Sindaco Aquino. La minoranza consiliare aveva chiesto di abbassare le tasse, ma queste proposte portate all'attenzione del Consiglio comunale non sono state accolte dalla maggioranza che sostiene il sindaco Aquino e sono state bocciate. Tra queste proposte, dicono i due consiglieri, vi era un "emendamento per le agevolazioni sulle zone colpite dagli incendi del 30 giugno 2017 sia stato bocciato dalla stessa maggioranza, anche se comportava un minor introito di appena 4Mila Euro". 

Per quanto riguarda la Tari, la tassa sui rifiuti, Prinzi e Di Santo sostengono che "il sindaco Aquino non ha presentato il piano finanziario ma solo le tariffe e quindi non si comprende quale servizio sia ricompreso e quale no, generando debiti fuori bilancio". 

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.