Il responsabile locale del Movimento, Enzo Natoli, denuncia la mancata manutenzione del verde pubblico sulla via Cristoforo Colombo a Marina di Patti.

Ritorniamo da oggi ad occuparci delle tante problematiche, grandi e piccole, che creano disagio nella nostra cittadinanza , soprattutto in zone,  che vengono abbandonate a se stesse da anni, per venire riscoperte e ricoperte di attenzioni solo in prossimità delle Elezioni, nel momento della ricerca del consenso.

Continuiamo il nostro Tour in quei luoghi dove dei nostri concittadini sono costretti a non poter aprire i balconi dei primi Piani delle loro abitazioni, dove è giunto il momento di effettuare la potatura degli alberi come nel caso della via Cristoforo Colombo a Patti Marina.

Sono rimaste inascoltate fino a questo momento le richieste dei residenti, che lamentano anche la presenza di vari animali , verificando soprattutto se si guarda dall'alto, come siano cresciuti a dismisura i rami che “minacciano” le abitazioni, ma è evidente questa criticità da qualunque lato si guardi.

E' possibile che nessuno si sia accorto di questo problema?

Se è vero che i residenti hanno chiesto da giorni un intervento del Comune, è stato effettuato un sopralluogo per capire l'entità del problema?

Ha un senso richiedere un intervento del Comune, cioè si è certi che venga ascoltato e messo in agenda?

Certo se dovessimo verificare gli interventi di potatura e bonifica richieste a più riprese in altre zone della città, i residenti di Patti Marina possono dormire sonni tranquilli, nel senso che sarà difficile, quasi miracoloso, che venga qualcuno a sincerarsi della situazione e a disporre un intervento.

Infatti “foreste amazzoniche” spiccano rigogliose sia nell'area tra via Garibaldi e via Nicolò Gatto Ceraolo, poi in via dei Greci ed in via XX Settembre, nel primo caso i rami della “foresta” sono arrivati quasi dentro alcune abitazioni, nel secondo la “foresta” fa ormai parte del tutto, nel senso che c'era, c'è e rimarrà così, nel terzo caso la “foresta” copre alcune rovine belliche.

Possibile che tutto debba rimanere così?

Con le conseguenze del caso, cioè con  topi e animali di varia natura che ti entrano dentro casa se lasci aperto il balcone per far cambiare area alle stanze?

Ogni giorno, usiamo i nostri balconi per le faccende domestiche, ormai gli stessi sono diventati uno spazio sporco e pericoloso come si evince da un nostro report fotografico che alleghiamo, per chi gentilmente, ne voglia fare un buon uso .

Con questa nostra lettera, denunciamo il degrado in cui versa questa porzione importante del nostro Comune, avendo da sempre un occhio di riguardo verso tutti quelli che non hanno voce.

A nome del Movimento Siciliani  liberi e di tante famiglie, chiediamo a chi di dovere di intervenire, in principio per mettere in sicurezza la zona di cui sopra e sollecitiamo al più presto un intervento di scerbatura o potatura della Via C. Colombo e di tutte le altre vie della nostra Città, elencate nel comunicato.

Intanto il Movimento predisporrà tutti gli atti che servono, nel caso in cui chi di dovere non intervenga con la massima sollecitudine, saremo noi, come già fatto in passato ad intervenire per la pulizia e il decoro di uno spazio importante della nostra Città.

Movimento Siciliani Liberi

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.