ImageCon una prestazione superba, concreta e quasi perfetta la Confcommercio Patti strapazza la vicecapolista Veroli nella terza giornata di ritorno nel campionato di serie B/eccellenza maschile girone B con il punteggio finale di 106 a 89.

Il Palasport di Case Nuove Russo.Con una prestazione superba, concreta e quasi perfetta la Confcommercio Patti strapazza la vicecapolista Veroli nella terza giornata di ritorno nel campionato di serie B/eccellenza maschile girone B con il punteggio finale di 106 a 89.

Un match che sulla carta doveva essere a senso unico a favore dei romani vista la classifica ed il roster che il team di coach Gramenzi può mandare sul parquet, ma così non è stato; infatti, il team bianco-blu di coach Sidoti è riuscito nell’impresa di dominare letteralmente gli ospiti sin dalle primissime battute non consentendo mai il rientro di Plateo e soci nel match.

Patti dicevamo inizia subito e bene costruendo già dopo tre minuti di gioco un + 9 che annichilisce gli ospiti che sicuramente non si aspettavano da subito un Patti tenace, preciso e parecchio grintoso che frustava praticamente i vari tentativi nel corso dell’incontro degli avversari che intendevano rientrare nel match o mettere in seria difficoltà una Confcommercio mai precisa come oggi in ogni zona del parquet con raddoppi pronti sul portatore di palla avversario e soprattutto non permettendo nessun gioco sotto canestro.

Un Patti che con un Gullo in formato gigante, con un Castelluccia decisivo sia in marcatura che in fase realizzativi e con il duo Caruso - Dacic ben ispirati e grandissimi rimbalzisti, hanno strameritato questo successo ottenuto contro un team di primissimo livello, organizzato in tutti i settori ma che sicuramente non si aspettava un Patti cosi determinato e grintoso.

Tra gli ospiti buone le prove di Guarino, Ghersetti e di Carrizo miglior realizzatore dell’incontro(25 punti finali), in ombra sia Plateo, Bianchi ed anche Silvestrini visto solo a sprazzi.

Nella Confcommercio vista contro i romani è molto difficile trovare il “migliore”, ma sicuramente una nota di merito va a Castelluccia entrato a match iniziato che ha dato tantissimo sia in termini di punti realizzati, che in fase difensiva sempre preciso e reattivo; ottima ma ormai non è più una novità la prova del play Gullo autore alla fine di 21 punti con un eloquente 31 di valutazione ed un coraggio ed una passione per la pallacanestro che sicuramente può essere presa ad esempio da tantissimi giovani locali e non che giocano.

Discrete le prove di Orsini, Caruso, Dacic ottimo a rimbalzo ed infine di Captano.

Molto male invece la direzione di gara dei signori Orlandi di Livorno e Battista di Firenze che hanno fischiato di tutto e di più, facendo a tratti innervosire i contendenti.

Discreta l’affluenza del pubblico anche se ancora non siamo ai livelli dello scorso anno, anche se rispetto alle gare precedenti c’è stato un notevole aumento di tifosi.

Certamente questo successo infonde coraggio e morale nei ragazzi pattesi che allontanano momentaneamente la zona caldissima della graduatoria, anche se una vittoria esterna darebbe il definitivo rilancio al sodalizio del presidente Tumeo.

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.