Con questo successo Patti raggiunge Agropoli al primo posto del girone. Buona la prima per i ragazzi di coach Sidoti che conquistano meritatamente la vittoria battendo 87-75 i Diamond Foggia. Un match sempre condotto dallo Sport È Cultura che fin da subito ha messo le cose in chiaro, per poi rilassarsi a tratti nel secondo quarto, ma senza avere grosse difficoltà durante il corso della gara. Con questo successo Patti raggiunge Agropoli al primo posto del girone e lascia dietro Foggia e Reggio Calabria a 0 punti.
La squadra di casa parte con Giorgio Busco, Custis, Bolletta, Costantino eSaintilus. Foggia risponde con Brantley, Evans, Padalino, Cicivè e Dell’Aquila. In avvio è la squadra di coach Sidoti a dominare, facendo un parziale di 9-0 che costringe coach Vigilante a chiamare un timeout d’emergenza dopo 3 minuti di gioco. La mini-pausa non regala una reazione degna di nota alla squadra pugliese che subisce con costanza il duo Saintilus-Custis e la prima frazione finisce sul netto punteggio di 27-10. Nel secondo quarto la squadra ospite non ci sta, sfrutta un momento poco lucido della squadra pattese e si riporta sotto (43-37) a 4 minuti dalla fine del secondo quarto. Patti riesce a mantenere il vantaggio e chiude il primo tempo sopra di 4 punti (45-41) ma la partita è tutt’altro che chiusa. Dopo l’intervallo lungo l’equilibrio in campo rimane ma nella seconda metà del terzo quarto lo Sport È Cultura ricomincia a giocare come sa e, prima con Costantino e poi con un buzzer beater allo scadere del tempo di Bolletta, riesce a raggiungere nuovamente la doppia cifra di vantaggio (68-58). Nell’ultima frazione i Diamond provano a rimanere incollati, ma la stanchezza ed il nervosismo cominciano a farsi sentire, Patti sembra avere ricaricato le pile e quando il capitano Costantino mette la tripla dall’angolo del +11 (81-70) a 4 minuti dalla fine, il clima generale sembra essere più disteso. La partita finisce col risultato di 87-75 e già la prossima per Foggia potrebbe essere la partita decisiva per rimanere in vita in questo girone di ferro.
Un match giocato benissimo dallo Sport È Cultura che ha messo in pratica molto bene il piano partita del coach, a parte qualche minuto del secondo quarto in cui si è persa la bussola, ma niente di irrimediabile. Questi ragazzi si meritano veramente un grosso applauso per quello che stanno facendo, proprio come tutto lo staff tecnico. Una squadra che ha cuore, determinazione e talento. Dopo questa bellissima gara la testa è già alla Vis Reggio Calabria (domenica 8 maggio, palla a due alle 19:00). Già la prossima, infatti, potrebbe essere una partita decisiva per le prime due posizioni. Se Agropoli dovesse vincere a Foggia e Patti a Reggio Calabria potrebbe scavarsi un solco importante nella classifica. La squadra di coach D’Arrigo è un roster esperto e tecnicamente valido, il risultato negativo di sabato non deve far pensare ad una passeggiata, sarà un match difficile e teso, proprio come una gara di playoff deve essere.

Tabellino

Parziali: 87-75 ( 27-10 / 18-31 / 23-17 / 19-17)

Sport È Cultura Patti: Saintilus 31, Bolletta 13, Busco M. 3, Custis 32, Busco G. 3, Ettaro n.e., Lumia n.e., Marabello n.e., Mazzullo n.e., Sidoti Ale n.e., Costantino 5, Anzà n.e. All. Pippo Sidoti

Diamond Foggia: Di Tullio n.e., Brantley 21, Padalino A. 7, Padalino N. 7, Vernò n.e., Ferramosca 2, Evans 14, Cicivè 7, Dell’Aquila 11. All. Cristian Vigilante

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.