Una sconfitta che lascia un po’ l’amaro in bocca per lo Sport È Cultura Patti che cede in casa contro la Luiss Roma. Un match costellato di parziali, durante il quale il numeroso pubblico che ha affollato il PalaSerranò ha vissuto grandi emozioni. Questa sconfitta lascia la squadra di coach Sidoti al penultimo posto con 4 punti in classifica in compagnia di Cefalù e Stella Azzurra Roma, lasciando dietro Maddaloni e Viterbo a quota 2 punti.
Lo Sport È Cultura parte con Gullo, Nino Sidoti, Bolletta, Costantino e Cicivè. La Luiss risponde con Scuderi, De Dominicis, Ramenghi, Beretta e Di Fonzo. L’inizio è tutto degli ospiti che con un 8-0 di parziale costringe al timeout Patti dopo 3 minuti di gioco. La reazione arriva puntuale e con un 9-8, Gullo e compagni si sbloccano nella metà campo offensiva, chiudendo la prima frazione della gara sul 9-16. Nel secondo quarto i tanti fischi del duo arbitrale fruttano tiri liberi che la Luiss sfrutta a dovere, arrivando al massimo vantaggio (+14). Quando sembra presentarsi il peggio, Busco si alza dalla panchina e cambia la partita: la squadra riesce a trovare un ottimo equilibrio in difesa, chiude l’area e correndo in contropiede, trova ottimi tiri aperti in transizione. In un amen la parità è ristabilita grazie ad un parziale di 14-0 e Patti chiude il primo tempo sul 28-28, uscendo fra gli applausi dei propri tifosi. Al rientro in campo nei primi minuti le due squadre non segnano quasi mai, gli arbitri fischiano tanto e gli ospiti, con un 10/14 dalla linea della carità, riescono a trovare punti preziosi a cronometro fermo. Patti non trova trova il giusto ritmo in attacco sbagliando molti tiri aperti e il parziale è di quelli pesanti, 36-51 alla fine del terzo quarto. Nell’ultima frazione quando Pozzetti realizza il +17 (43-60) il match sembra finito ma un contro-parziale incredibile di 17-3 dello Sport È Cultura porta ad un solo possesso di distanza le due squadre (60-63) a meno di 3 minuti dalla fine. Qualche fischio dubbio sul finale di gara infiamma un po’ il clima al PalaSerranò, la Luiss serra le fila in difesa e realizza dei liberi importanti che contribuiscono notevolmente al successo dei ragazzi di coach Paccariè e il match si chiude sul 62-70.
Una gara che Patti poteva portare a casa ma con Busco, Cicivè e Costantino fuori per 5 falli nel finale e con un Waldner arrivato da appena 3 giorni, non si poteva probabilmente fare di più. Tenere a 70 punti una squadra che ne realizza mediamente 86 a partita è già un grande risultato che fa capire il grande sacrificio e l’impegno di questi ragazzi che, infatti, sono usciti dal parquet fra gli applausi del pubblico. Ancora una volta ahimè, come con Palestrina, bisogna sottolineare come non si sia vista un’equità nei fischi da entrambe le parti, questo un po’ dispiace ai fini dello spettacolo e della serenità della gara stessa. Quello che si chiede è solo uniformità di giudizio (21 tiri liberi contro i 41 tirati dalla Luiss) poiché è indispensabile che la direzione di gara sia all’altezza di un campionato nazionale come quello di serie B, così come l’impegno profuso dalle società, sia a livello economico che prettamente sportivo e tecnico. Nonostante tutto rimane l’ottima prestazione e la consapevolezza che, con l’organizzazione e lottando su ogni pallone, si possono raggiungere grandi risultati, giocandotela anche con squadre sulla carta ben più attrezzate e con obiettivi ben più ambiziosi. Un grande plauso va fatto ovviamente anche al gruppo di tifosi “New Generation” che con il loro supporto hanno guidato e infiammato il pubblico di casa. Adesso testa alla prossima partita, arriva il secondo turno consecutivo in casa, questa volta contro il Cuore Napoli Basket di coach Ponticiello, capolista in compagnia di Valmontone e, appunto, la Luiss Roma. L’appuntamento al PalaSerrano è per domenica 27 novembre, sempre alle ore 18.00, sperando di trovare una cornice di pubblico numerosa e calorosa come quella di ieri.

Tabellino

Parziali: 62-70 (9-16 / 19-12 / 8-23 / 26-19)

Sport È Cultura Patti: Sidoti Ant. 7, Ettaro n.e., Sidoti Ale, Babilodze 9 (4 palle recuperate), Costantino 16 (4 palle recuperate), Bolletta 4 (7 rimbalzi), Cicivè 3, Waldner 2, Gullo 14 (5 assist), Busco 7 (4 palle recuperate). All. Pippo Sidoti

Luiss Roma: Scuderi 9 (5 rimbalzi), De Dominicis 17 (6 rimbalzi), Ramenghi 14 (8 rimbalzi), Beretta 14 (8 rimbalzi), Di Fonzo 4, Pozzetti 9, Miriello 3, Sanguinetti, Bonaccorso, Bistrot. All. Andrea Paccariè

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.