Il nostro Tony Cairoli conquista il suo nono campionato del Mondo di motocross. La leggenda continua.

Con tre gare d'anticipo il pattese Tony Cairoli in sella alla sua moto Ktm conquista il campionato del Mondo di motocross per la nona volta, classificandosi secondo, dopo l'olandese Jeffrey Herlings, nella prima manche del Gran premio d'Olanda. Per il furetto di Patti, adesso, l'obiettivo a cui guardare è quello di conquistare un'altro mondiale per raggiungere così il pilota belga Stefan Everts che ne detiene il primato. Tony ha conquistato il suo primo titolo mondiale a soli 20 anni in MX2, nel 2005, poi nel 2007, e successivamente sei mondiali di fila dal 2009 al 2014. Adesso, a 31 anni, un'età abbastanza avanzata per questo tipo di sport, si laurea nuovamente campione del Mondo. Siamo certi che papà Benedetto e mamma Paola in questo momento dal cielo stanno gioendo per l'ennesima vittoria del loro figlio. 

"E' stato molto importante per me vincere, non siamo partiti da favoriti quest'anno, molti hanno detto che non ce l'avremmo fatta. Io so su cosa possiamo lavorare e cosa possiamo fare, quindi sono molto felice - ha commentato Cairoli subito dopo la gara -. Credo sia stata una delle migliori stagioni per me ed è fantastico riuscire ancora a migliorarmi dopo quasi 15 anni di mondiali, sono orgoglioso di quanto ottenuto e sono convinto che continueremo a migliorare. Il mondiale è la cosa più importante per me e avercela fatta in Olanda con tanti fans su un tracciato molto tecnico è fantastico".

Ci auguriamo che adesso la Città di Patti gli tributi i giusti onori. Certo, non aver pensato di far installare neppure un mazi schermo per seguire tutti insieme la gara la dice lunga su quanto l'attuale corso amministrativo tenga al campione pattese. L'augurio è che almeno per i festeggiamenti possano rimediare alla gaffe.

Questa la classifica mondiale (dopo 35 gare su 38):

1. Cairoli (Ita-KTM) punti 695 (Campione del Mondo);

2. Herlings (Ola-KTM) 602;

3. Paulin (FraHusqvarna) 558;

4. Desalle (Bel-Kawasaki) 544;

5. Gajser (Slo-Honda) 485;

6. Febvre (Fra-Yamaha) 459;

7. Nagl (Ger-Husqvarna) 401;

8. van Horebeek (Bel-Yamaha) 400;

9. Coldenhoff (Ola-KTM) 392;

10. Bobryshev (Rus-Honda) 380.

 

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.