ImageDopo un match giocato quasi punto a punto la Banca Nuova Nuova Trapani ha avuto la meglio sulla squadra di coach Sidoti, in questa prima giornata di ritorno del campionato di serie B/eccellenza maschile girone B.

Martin Caruso in azioneComincia davvero molto male il 2007 per la Confcommercio Patti del presidente Tumeo che nella prima giornata di ritorno del campionato di serie B/eccellenza maschile girone B subisce una sconfitta casalinga nel derby contro la Banca Nuova Trapani.

Una sconfitta maturata nell’ultimo quarto di gioco dopo un match abbastanza equilibrato e a tratti ben giocato.

Un incontro importantissimo per entrambe le compagini in quanto da parte degli ospiti del presidente Magaddino c’era l’intenzione di espugnare il palasport pattese in modo da proseguire il cammino verso l’alta quota; tra i pattesi di coach Sidoti invece, vi era l’intento di agganciare proprio i granata in graduatoria e di iniziare così l’anno cestistico con una vittoria in un match molto sentito.

Hanno vinto alla fine gli ospiti grazie ad una condotta di gara oculata che dapprima ha visto i ragazzi di coach Tucci inseguire per gran parte del match i locali ma poi nella fase finale prevalere grazie ad una difesa molto aggressiva sui portatori di palla avversari costretti spesso a commettere errori nei passaggi e nel tiro; da parte pattese buona la grinta e la circolazione di palla fino al trentesimo poi parecchi errori ed una cattiva gestione del pallone nei momenti clou hanno vanificato il tutto.

Tra gli ospiti seguiti al palasport di Case Nuove Russo da oltre 100 tifosi, si segnalano l’ottimo ex Tessitore in cabina di regia e per le bombe realizzate, il sempre positivo Acunzo e Antrops utilissimo sia in attacco che in fase difensiva; nei locali di Sidoti buona la prova di Gullo, Del Cadia, Castelluccia, sicuramente in ombra Orsini e capitan Caruso che non hanno purtroppo offerto una prova come ci si aspetta sempre da loro.

Discreto l’arbitraggio dei signori Casellari e Cè. Da notare purtroppo ancora una volta la scarsa affluenza di pubblico che evidentemente non “capisce” l’importanza di avere una squadra in questo campionato, dopo comunque parecchi sacrifici sia economici che organizzativi da parte della società.

Certamente soprattutto in queste ultime apparizioni casalinghe i tifosi sono stati parecchio latitanti lasciando l’arduo compito del tifo solo a pochissimi ragazzi del club “New Generation” sempre presenti e rumorosi ma ancora poco sospinti da altri appassionati che farebbero sicuramente felici sia i giocatori che la società; ricordiamo che negli ultimissimi anni proprio la gente è risultata l’arma vincente del Patti Basket

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.