ImageSembrava un risultato scontato ed invece il Patti si è fatto proprio fregare a tredici minuti dalla fine vincendo di due punti sino a quell'istante ....

Pazzo, pazzo ed ancora pazzo Patti.

Solo così si può definire questa squadra che ha buttato alle ortiche una vittoria che sembrava ormai sicura. Ed invece ecco quello che non ti aspetti: in vantaggio di due reti, Calabrese e Spanò gli autori, nel giro di tredici minuti si fa pareggiare l’incontro.

Bertolo del Patti marca un giocatore del GangiIl Gangi ringrazia di tutta questa manna dal cielo e porta a casa, anche se oltre a ringraziare gli avversari un regalo dovrebbero farlo anche all’arbitro per non aver visto un netto fallo di mano di un giocatore ospite dal quale è scaturita l’azione del pareggio.

A prescindere comunque dagli errori arbitrali il Patti è ovviamente da condannare per non aver saputo gestire il risultato e ancor peggio per non aver saputo concretizzare le tante occasioni capitate per segnare la terza rete, quella dell’assoluta tranquillità.

Grandi colpe sono ricadute su Spanò che ha fallito un goal fatto e mentre i suoi compagni erano ancora intenti a riprendersi dall’incredibile palla goal sciupata sono stati trafitti in contropiede.

Il secondo centro del Gangi è arrivato al ’94, anche questa volta gli uomini di mister Accetta hanno fatto le belle statuine e così il Gangi che pensava di andare sotto la doccia con una sconfitta alle spalle si è ritrovato invece con un punto in tasca.

Un punto che va anche al Patti ma non c’è da esser soddisfatti visto che se ne sono persi due che sarebbero stati davvero un toccasana per morale e classifica.

L’intera posta in palio avrebbe proiettato il Patti a soli cinque punti dal terzo posto e allora si che sarebbe stata tutt’altra musica. Ed invece la musica è sempre la stessa con questa squadra pattese alla ricerca ancora della sua vera identità.

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.